Main Page Sitemap

Gerald karp biologia cellulare e molecolare pdf




gerald karp biologia cellulare e molecolare pdf

Queste coppie opposte colesterolo-fosfolipidi sono 2004 audi a6 3.0 owner's manual più corte delle coppie opposte fosfolipidi-fosfolipidi.
Il doppio strato lipidico non ha carattere omogeneo, ma piuttosto all'interno del mosaico fluido sono presenti microdomini lipidici meno fluidi ( lipid rafts Simon e Ikonen, 1997 formati principalmente da sfingolipidi e colesterolo allo stato liquido-ordinato, che funzionerebbero sia da zattere di trasporto di componenti.I carriers mediano il trasporto di glucidi, aminoacidi e nucleosidi.La funzione di superficie catalitica, dato l'abbondante numero di enzimi ad essa legati, in gran parte coinvolti nella produzione di messaggeri intracellulari, come le fosfolipasi e la sfingomielinasi, che idrolizzano i fosfolipidi di membrana, e l' adenilciclasi, che sintetizza AMP ciclico.Modulation of membrane function by cholesterol.Molecular volumes of phospholipids and glycolipids in membranes.Metal Transport across Biomembranes: Emerging Models for a Distinct Chemistry.Ciò determina una minore vicinanza delle catene idrocarboniose, che possono così formare un minor numero di legami fra loro.Il nucleo steroideo del colesterolo ha una struttura planare relativamente rigida e risulta asimmetrico rispetto al piano dell'anello tetraciclico, dal momento che una faccia espone i gruppi metilici, mentre l'altra è liscia e priva di sostituenti.I canali delle gap junctions permettono il passaggio di molecole da una cellula all'altra.La presenza di catene insature provoca un maggiore disordine nell'allineamento delle catene, rendendo più fluida la membrana, mentre le catene sature con super mario game old il loro allineamento più compatto favoriscono la formazione di un reticolo rigido.Il trasporto attivo può essere distinto in primario o secondario, in base alla modalità con cui è prodotta l'energia necessaria al trasporto.I movimenti di rotazione dei gruppi metilici e di isomerizzazione trans-gauche sono massimi verso il centro del doppio strato lipidico.Poiché gli sfingolipidi hanno una maggiore saturazione e una più elevata Tm, rispetto ai fosfogliceridi, anche il maggior contenuto in sfingolipidi favorisce la separazione di domini lo e quindi la formazione dei rafts.
Effetti del colesterolo sulla fluidità della membrana modifica modifica wikitesto Sebbene il colesterolo sia troppo idrofobico per formare, in dispersione pura, lamine bimolecolari, tuttavia esso concorre alla struttura della membrana cellulare intercalandosi tra le molecole di fosfolipidi.
Sterol structure and membrane function, CRC Crit.
The dynamic structure of fatty acyl chains in a phospholipid bilayer measured directx 10 setup for by deuterium magnetic resonance.Caveolae, DIGs, and the dynamics of sphingolipid-cholesterol microdomains.Questa caratteristica è conseguenza della composizione lipidica e proteica della membrana.Nella componente lipidica si vanno a collocare, con importanti funzioni fisiologiche, proteine e una piccola percentuale di glucidi, in forma di glicoproteine e glicolipidi, e di molecole di colesterolo che la stabilizzano.Infatti, i doppi legami con configurazione cis (che costituiscono la configurazione di quasi tutti gli acidi grassi insaturi naturali) causano un inginocchiamento della catena idrocarboniosa, per cui si riduce la lunghezza dei segmenti paralleli che interagiscono con le molecole vicine, ottenendo lo stesso effetto.L'apertura dei canali può essere regolata da recettori (canali ROC - Receptor Operated Channels da secondi messaggeri (canali smoc o Second Messenger Operated Channels ) o dal potenziale elettrico della membrana (canali VOC o Voltage Operated Channels cosicché il passaggio può essere finemente modulato.Di conseguenza, la massima resistenza alla diffusione delle molecole lipofile corrisponde al segmento prossimale delle catene degli acidi grassi, che presentano una minore mobilità (o maggiore rigidità mentre la resistenza minore corrisponde al segmento terminale delle catene, che, al contrario, manifesta la massima mobilità.Anche in questo caso il trasferimento dei soluti avviene grazie al cambiamento conformazionale della proteina trasportatrice, che è indotto dal legame dei soluti stessi.Per questa sua posizione, il colesterolo riduce la libertà di movimento del tratto prossimale (più vicino al glicerolo) delle catene degli acidi grassi, con scarso effetto sul tratto distale, che occupa il centro della membrana cellulare.


Sitemap